Company Logo

SBRG logo

SBRG office

Sponsor

Congressi

Avviso ai lettori

Nuove tecnologie di analisi in archeoacustica

*Paolo Debertolis, **Daniele Gullà

 

*Dipartimento di Scienze Mediche, Corso di Archeologia Odontoiatrica, Progetto SB Research Group, Università di Trieste

 **Progetto SB Research Group, Bologna

 

Riassunto - Sulla base di ricerche precedenti in cui è stato utilizzato l’EEG (elettroencefalogramma) per misurare l'effetto sulle attività delle onde cerebrali, il gruppo di ricerca SBRG (Super Group Brain Research) ha sviluppato un nuovo protocollo per valutare ulteriormente i fenomeni fisici reperibili in molti siti archeologici ed altri siti. Si è utilizzata varia attrezzatura proveniente dal campo dell'imaging forense e del telerilevamento per consentire una maggiore comprensione della presenza e dell’utilizzazione del fenomeno della risonanza come metodica finalizzata da parte degli architetti di questi antichi sito per modificare gli astati di coscienza. Allo stesso tempo, abbiamo studiato l'effetto sul corpo umano di questi fenomeni con metodi conosciuti e consolidati come l’elettroencefalografia (EEG) e, più recentemente, mediante la fotocamera TRV (Telecamera a Risonanza Variabile). Negli ultimi due anni la ricerca nel campo della archeoacustica da parte del SBRG si è concentrata sul rendere visibili le vibrazioni e i campi magnetici ed elettrici naturali che interagiscono con il corpo umano, che in precedenza erano stati misurati solo mediante microfoni, analizzatori di spettro o simili dispositivi. Il nuovo metodo di ricerca utilizzato si basa sull'uso di una combinazione tra sensori digitali ultrasensibili e software dedicato per computer al fine di identificare micro variazioni nell'ambiente. Vibrazioni e micro movimenti nell’ambiente sono resi visibili, e viene dato un particolare valore a determinate frequenze, attraverso un processo fotografico che crea una serie di immagini fotografiche sovrapponibili comprese in un certo lasso di tempo. I campi elettromagnetici possono essere resi visibili, invece, utilizzando il "fenomeno di scattering" della luce riflessa originato dalle molecole di vapore acqueo presenti nell’aria che si allineano nel cui campo magnetico, invisibile all'occhio umano, ma rilevabile dal computer mediante una telecamera modificata e funzionale al campo della fotografia nella banda dell’ultravioletto (UV). Questa metodica di ricerca utilizzata nei siti antichi dal SBRG fino ad oggi, ha dimostrato la presenza di alcuni peculiari fenomeni in grado di influenzare direttamente il corpo umano, fornendo così il mondo scientifico di nuovi strumenti di analisi nel campo dell’archeoacustica.

Parole chiave: archeoacustica, fotografia UV, TRV camera.

 

Atti del Congresso "Archaeacoustics II: Second International Multi-Disciplinary Conference and workshop on the Archaeology of Sound", Istanbul Technical University, Taşkışla Building, Istanbul, Turchia, 30-31 Ottobre e 1 Novembre 2015, pp. 33-50.

Potete trovare l'articolo originale in lingua inglese pubblicato sugli atti del congresso qui.


 

 


 

Login Form

Partners




Powered by Joomla!®. Designed by: joomla 1.7 templates hosting Valid XHTML and CSS.

Copyright © 2020 SB Research Group. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.