Company Logo

SBRG logo

SBRG office

Sponsor

Congressi

Avviso ai lettori

Esperimento alla fine di luglio 2013 sul Monte Rtanj, la piramide serba

 

TAG: piramidi, Rtanj, piramide Rtanj, onde elettromagnetiche, ultrasuoni, voce piramide, SBRG, SB Research Group, Spirit Rtanj, Centro Studi Cosmologici Nikola Tesla, Demiurg

 

   

 

 

Esperimento diretto dal ricercatore Slobodan Mizdrak

Con la collaborazione dell'associazione Spirit of Rtanj (Serbia), del Centro per gli Studi Cosmologici Nikola Tesla (Serbia), del gruppo di ricerca SB Research Group (Europa) e della Demiurg (Zagabria)

 

 I principali obiettivi dell'esperimento:

Trovare l'origine  del punto di emissione elettromagnetica (EM) e degli ultrasuoni (US) del Monte Rtanj mediante 8 sonde che, attraverso il meccanismo della triangolazione, registreranno l'eco dei segnali energetici dalle diverse posizioni nelle quali saranno collocate.

Trovare la relazione (se esiste) con la Piramide del Sole bosniaca, o altre localizzazioni  in Croazia o in Serbia.

 

 La ragione dell'esperimento:

Negli ultimi anni numerosi scienziati e appassionati provenienti da vari paesi hanno rilevato con diverse strumentazioni hanno anomali campi di energia  su questa montagna a forma di piramide e nel complesso delle gallerie presenti in esso.

Le energie sono molto elevate sia nel campo delle onde elettromagnetiche  che degli ultrasuoni, con una frequenza specifica  che varia nell'ordine del + / - 20% e con una frequenza media in 28,6 kHz. Non sono note fonti naturali o artificiali con questa gamma di campo. Soprattutto non sono noti luoghi, oltre alla Piramide del Sole bosniaca, dove le onde elettromagnetiche e gli ultrasuoni (vibrazioni meccaniche) siano presenti contemporaneamente nello stesso luogo geografico. In questo caso sulla sommità della piramide o nella profondità dei tunnel.

Guidati da spirito scientifico (leggi: inquieto se senza risultati) abbiamo deciso di attuare un progetto per trovare l'origine di questa energia con un metodo di analisi 3D  e di raccolta dati sul campo. 

 

  Metodologia dell'esperimento:

Sulla cima del Monte Rtanjin Serbia si disporranno i dispositivi elettronici che produrranno onde elettromagnetiche (EM) ed ultrasoniche (US) con emissione di frequenze specifiche (da 24 a 40 kHz) contemporaneamente, con forma d'onda sinusoidale, con potenza non superiore a 100 Watt. L'irradiazione è sufficiente, ma con piccola potenza, quindi senza possibilità di nuocere alla flora, alla fauna locale o agli esseri umani che si trovano nelle vicinanze.

I nostri rilevatori, o sonde, saranno impostati per ricevere tutte le possibili risposte sia in banda elettromagnetica che ultrasonica con contemporanea registrazione di tutti i dati per ulteriori analisi successive a tavolino. Questo significa registrare i segnali originali e tutte le possibili altre energie di risposta o di interferenza (ossia segnali di entrambi i generi - EM e US – provenienti dal Monte Rtani). Procedendo con questa metodica (tempo/luogo/energia), conoscendo l’esatta posizione delle nostre sonde e registrando la cronologia di tutti i dati, con una ricostruzione tridimensionale saremo in grado di individuare il punto esatto dell’emissione del fascio di energia su una mappa a tre dimensioni.

Matematicamente, la velocità della luce / onde elettromagnetiche e la velocità del suono / vibrazioni meccaniche nello stesso sistema sono costanti. Come trovare la distanza è solo una questione di precisi intervalli di tempo. Con 4 sonde per ciascun tipo di emissione, EM e US, e con l’esatta misura del tempo di ricezione dei segnali stessi si può facilmente calcolare la distanza dalla sorgente. E non solo la distanza, ma anche la direzione. Questo significa che troveremo il luogo specifico in cui si trova la fonte di queste emissioni.
Il sistema GPS funziona nello stesso modo matematico.

Inoltre, attraverso i precisi intervalli di tempo registrati (ritmo) dai nostri ricevitori ultrasensibili rispetto l'emissione dei nostri trasmettitori posizionati in altri luoghi posti ad una certa distanza geografica, tenteremo di avere una risposta sul fatto che questi luoghi (piramidi) sono in qualche modo connessi tra di loro (sincronizzati) e se il segnale pilota proveniente da altri luoghi è riconoscibile.

 

 Cronologia dell'esperimento:

Il nostro team sarà in Serbia il 22 luglio 2013. Imposteremo e testeremo l'attrezzatura nei due giorni successivi. L'inizio dell'esperimento è fissato per le 09:00 del 24 Aprile 2013. La durata dell'esperimento sarà di 72 ore, in modo che la fine dell'esperimento sarà fissata alle ore 09:01 del 27 aprile 2013.

I dati raccolti durante il nostro esperimento saranno analizzati nei successivi 2-6 mesi (numerosi Tbyte di dati) e pubblicati su tutti i siti web di coloro che hanno collaborato all'eperimento.

 

 Transparenza dell'esperimento:

Tutto ciò che accadrà durante il nostro progetto sarà registrato: audio, video e tutti i dati acquisiti dalle sonde. Tre telecamere ad alta risoluzione saranno poste in direzione dei nostri apparecchi per registrare e inviare un segnale audio e video al campo base nella città di Rtanj dove potremo vedere e sentire tutto ciò che accade ai nostri strumenti in tempo reale. Inoltre tutto l'esperimento sarà messo in rete su Internet in contemporanea, così chi vuole potrà facilmente seguirlo da ogni parte del mondo.
Dopo l'esperimento tutti i dati raccolti saranno disponibili su Internet per tutti i tipi di calcolo individuale.

 

 Per evitare problemi:

Il motivo principale per cui non vogliamo gente intorno ai luoghi di esperimento è perché spesso possiedono dispositivi elettronici nascosti come i telefoni cellulari, macchine fotografiche e telecamere che possono interferire con le nostre sonde molto sensibili. Tutte i dispositivi che possiedono la possibilità di produrre onde elettromagnetiche o ultrasuoni possono disturbare le nostre misurazioni e prolungare il calcolo dei dati. E possono anche alterare i nostri risultati.

Se qualcuno vuole lo stesso essere lì ad assistere all’esperimento, questo non è un problema, non è un esperimento pericoloso e quindi può anche presenziare ad esso. Il nostro collega ing. Ivan Jušković sarà presente a controllare con il suo team durante tutte le 72 ore dell'esperimento il corretto svolgimento dello stesso.

Ci sono solo tre regole da rispettare per le persone che vogliono intervenire: lasciate i vostri dispositivi elettronici, almeno a 200 metri dal luogo dell'esperimento, non toccare l'apparecchiatura e non emettere alcun suono (canto o parlare ad alta voce).

 

 Per concludere:

Il nostro team internazionale e multidisciplinare di esperti farà solo un esperimento pratico.
Dopo 72 ore di registrazione dei dati provenienti dalle sonde e il calcolo dei dati saremo già in grado di trovare la direzione e la distanza dalla fonte delle onde EM e US che sono state trovate in precedenza sul Monte Rtanj in Serbia. Cercheremo anche se esistono dei fenomeni di risonanza con altri siti.

 

 

 

Il team:

  1. Prof. dr. Ljubo Ristovski  - fisico, Beograd
  2. Prof. dr. Velimir Abramović - Centro per gli Studi Cosmologici, Belgrado
  3. Prof. dr. Spomenko Mihajlović – RGZ -  Osservatorio Geomagnetico della Serbia, Belgrado
  4. Ing. el.teh. Goran Marjanović – Centro per gli Studi Cosmologici, Belgrado
  5. Ing. el.teh. Ivan Jušković – Agenzia per le telecomunicazioni della Repubblica Ratel, Niš
  6. Edo Popović, scrittore e giornalista, Zagabria
  7. Heikki Savolainen, tecnico del suono e ultrasuoni professionista, Helsinki, Finlandia
  8. Dr. Ivan Šimatović, ing. elettronico, studioso delle antiche civiltà, Krapina
  9. Jadranko Djurašin, fotografo, Zagabria
  10. Ing. Leonardo Blaženić, ingegnere elettronico e del suono, Zagabria
  11. Prof. Agg. Paolo Debertolis, Università degli Studi di Trieste, ricercatore nel campo dell'archeo-acustica (ultrasuoni), Trieste
  12. Ing. Stanko Magić,  Magic co. Varaždin
  13. Ing. Vladimir Matek, eperto di videoconferenze, Zagabria
  14. Matija Grabar, esperto in network, Magic co. Varaždin
  15. Srđan Cvikić, esperto in network, Magic co. Varaždin
  16. Mag. Domagoj Nikolić, esperto di antiche civiltà, Imotski
  17. Dr. Zlatan Alicević, esperto in flora e fauna, Arnika Veterina, Zagabria

E nostro ospite l'ing. Saša Nađfeji – Centro di Ricerca per l'Ecologia e Spirito del Monte Rtanj, Belgrado

Slobodan Mizdrak - Zagabria, Croazia, 7 marzo  2013

 

 


 

Login Form

Partners




Powered by Joomla!®. Designed by: joomla 1.7 templates hosting Valid XHTML and CSS.

Copyright © 2019 SB Research Group. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.